Notiziario Agevolando: la prima edizione del 2024

Buon 2024 con la prima edizione del Notiziario Agevolando. Il servizio di informazione che abbiamo avviato a fine 2023. Un appuntamento quindicinale sul nostro sito (www.agevolando.org) dedicato a tutte le notizie di interesse per il mondo dei Care Leavers e dei giovani. Cosa vi offriamo? News di attualità e cronaca, bandi e progetti istituzionali, notizie dall’estero, opportunità di lavoro e di formazione e tanto altro.

Ecco le news

Dalle Istituzioni

C’è tempo fino al 22 febbraio 2024 per presentare la manifestazione d’interesse al progetto “Verso l’autonomia. Percorsi di empowerment per i care leavers” promosso dalla Regione Lazio. Un’opportunità offerta a tutti i ragazzi e le ragazze residenti nella regione che “al compimento della maggiore età o a 6 mesi dal compimento del diciottesimo anno di età, vivono fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento di tutela da parte dell’autorità giudiziaria”.

Possono presentare proposte “operatori qualificati per la sperimentazione di progetti integrati di accompagnamento, formazione e politiche attive rivolti al raggiungimento dell’autonomia, di ragazze e ragazzi che sono in procinto di uscire o appena fuoriusciti dal sistema integrato di interventi e servizi sociali regionale”.

La proposta si deve basare su “misure di supporto alla loro quotidianità e alle scelte verso il completamento degli studi secondari superiori ovvero la formazione universitaria, la formazione professionale o l’accesso al mercato del lavoro”. E’ la prima sperimentazione della Regione Lazio, per conoscere tutti i dettagli cliccare al link.

Anche la Regione Abruzzo si impegna sul tema con una delibera della giunta regionale che autorizza l’adesione alla terza annualità del secondo triennio di sperimentazione del Progetto “Care leavers”, promosso dal ministero del Lavoro.  Al link il comunicato della giunta regionale

Dal Terzo Settore

Save the Children e Cittadinanzattiva lanciano AltoVoce Academy, percorso formativo di partecipazione civica. Secondo uno studio di Save the Children il 49,9 % dei giovani italiani ha svolto un’attività di partecipazione civica e politica lo scorso anno ovvero quattro giovani su dieci, tra i 14 e i 19 anni, nel 2022 hanno svolto attività di partecipazione sociale e 1 su 2 attività di partecipazione civica e politica. Numeri interessanti.  Per saperne di più sul progetto clicca qui

Invito alla lettura

Sul sito di Agevolando (leggi qui) e poi sul primo numero del Notiziario abbiamo segnalato il volume, unico nella specificità che tratta, dal titolo “Coabitazioni solidali. Politiche, programmi e progetti”, edito da Carocci editore e a cura di Giuliana Costa e Francesco Andrea Minora. Il capitolo, “Care leavers, l’abitare dopo la tutela sociale”, è a cura di Agevolando (Federico Zullo, Katia Dal Monte, Maria Chiara Vita Finzi e Sara Galli). Un lavoro che ha suscitato l’interesse dei redattori del portale istituzionale Minori.it con la pubblicazione di una recensione del nostro contributo. Leggila qui.

Appuntamenti

Non solo parole per imparare. Formarsi nelle professioni sociali attraverso film e attività autobiografiche.   Questo il titolo del corso di formazione dedicato ai professionisti dell’ambito socio-psico-educativo che si terrà venerdì 1 marzo e sabato 2 marzo 2024 a Villa Angaran San Giuseppe a Bassano Del Grappa (VI).

I formatori sono Ombretta Zanon (psicologa e psicoterapeuta, dottore di ricerca in Scienze Pedagogiche e docente di lavoro sociale alla SUPSI Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana) e Marco Tuggia (pedagogista e formatore, co-fondatore di DEDU Digital EDUcation).

Per saperne di più cliccate sul link.

Laboratorio  “Museo a tutt’orecchi 

L’accessibilità culturale è un tema importante che permette a tutti di godere appieno delle opere culturali e l’audiodescrizione è uno degli strumenti utile per garantirla. Ma come si realizza? Scopritelo nel corso dedicato all’utilizzo dei software per registrare un’audiodescrizione e per arricchire l’esperienza laboratoriale.

 

Il laboratorio è gratuito e aperto a tutti con iscrizione obbligatoria a questo link. Appuntamento il 29 gennaio, il 2, 5 e 9 febbraio in via Badaloni, 2 a Rovigo. L’iniziativa fa parte del progetto Siamo Qui del quale siamo partner. Tutte le info qui.  

 

Un corso per chi opera nelle comunità 

Professionisti esperti per le comunità minori? Si può partecipare al corso di perfezionamento organizzato dall’Università Bicocca di Milano in collaborazione con alcuni enti gestori del territorio lombardo. Si terrà dal 20 aprile 2024 al 29 marzo 2025 il percorso formativo “La comunità minori e i suoi paesaggi: un modello educativo sistemico COEDU“,  una proposta pensata per far crescere le competenze degli educatori e delle educatrici interessati ad acquisire e/o potenziare le competenze operative nel lavoro di comunità residenziale per minori. Tra i docenti ci saranno molti esperti operativi nel settore tra cui il nostro presidente, Federico Zullo.

Ci si può iscrivere entro l’11 marzo, tutte le info al link

Care Leavers sui media internazionali

L’opinione pubblica e i media in Gran Bretagna prestano una forte attenzione al tema dei care leavers riflesso anche di un forte interesse della politica nazionale e locale. I media recepiscono questa vitalità del tessuto sociale pubblicando numerose notizie sul tema.

Esiste anche una rivista specializzata sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza, Children Young People Now, da cui segnaliamo un articolo dedicato ad un’analisi (a cura di Ofsted, l’Ufficio del governo britannico che valuta gli standard nell’istruzione, nei servizi e nelle competenze per l’infanzia) dei servizi offerti ai care leavers della Contea di Durham.
Interessanti gli interventi realizzati in quest’area dove si garantisce ai “care leaver un assistente personale (PA) quando compiono 18 anni”. L’assistenza è assicurata o rivolta anche ai richiedenti asilo non accompagnati e su questo tema l’attività a Durham “è stata ben valutata”.

Segnaliamo anche questa notizia dove è sempre al centro un’ispezione di Ofsted, a Salford City, per rilevare come il tema dei care leavers sia seguito con attenzione anche nelle piccole cittadine britanniche.

Meno tasse locali per i care leavers

Anche i giornali locali e generalisti britannici si occupano dei care leavers. Interessante l’articolo di Harrow On Line dove si riporta la notizia che il “Consiglio della Contea di Hertfordshire sta elaborando dei piani per esentare i care Leaver tra i 18 e i 21 anni dalle tasse comunali”.

Fondi per evitare che i care leavers diventino dei “senza tetto”

Il governo inglese ha confermato gli stanziamenti – parliamo di 3,2 milioni di sterline l’anno – per contrastare il fenomeno dei care leavers che diventano senza tetto. Risorse destinate a sostenere l’iniziativa in cinquantasei enti locali.

La foto a corredo dell’articolo

Il programma è stato avviato nel 2018-2019 quando il Dipartimento per l’Istruzione ha stanziato 11,3 milioni di sterline soprattutto con l’obiettivo di consentire alle autorità locali di assumere consulenti personali specializzati sul tema dell’assistenza ai care leavers. La notizia è stata pubblicata su Bnn.

L’India pensa al sostegno dei suoi care leavers

Il paese più grande del mondo con il ministero dell’infanzia lancia un progetto per monitorare l’ampiezza e le caratteristiche del fenomeno dei care leavers. Si legge in un articolo dell’autorevole Times of India dove nel titolo si parla di orfani ma all’interno si legge di care leavers e di bambini non solo orfani ma anche abbandonati dalle famiglie. Il governo punta e chiede ai singoli Stati interventi sulla formazione professionale.

Contattaci per saperne di più