Manovra di bilancio: passa l’emendamento che proroga il Fondo per i care leaver

Bologna, 19 dicembre 2020

Approvato poco fa in Commissione Bilancio alla Camera l’emendamento a prima firma delle deputate Emanuela Rossini (Componente Minoranze Linguistiche, Misto) e Gilda Sportiello (Movimento 5 Stelle) che proroga di tre anni il Fondo per i Care leaver, giovani che al compimento della maggiore età escono da percorsi di Affido eterofamiliare o comunità e che si trovano a vivere fuori famiglia senza alcun supporto perché per legge diventano ‘adulti’.

“Il Fondo prevede 5 milioni annui per il prossimo triennio con linee guida per le Regioni che ne faranno domanda. È la risposta ad un appello salito da tutta Italia e portato in Parlamento lo scorso gennaio dai care leaver dell’associazione Agevolando che chiedevano di non essere lasciati soli”, è quanto ha affermato l’on. Emanuela Rossini.

“Con questa misura si potrà proseguire la Sperimentazione di interventi e percorsi di accompagnamento, avviati in questi tre anni in varie regioni e coordinati dall’Istituto degli Innocenti e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, per aiutare questi ragazzi e ragazze negli anni dai 18 ai 21 a completare gli studi, ricevere supporto psicologico, trovare alloggio e in generale a costruirsi un progetto di vita autonoma”, osserva  la Rossini che nel suo ruolo di Vice presidente della Commissione politiche europee alla Camera sta seguendo la politica dei care leaver anche a livello europeo e internazionale. “Ci stiamo confrontando tra Paesi sul piano delle normative e delle politiche per capire come aiutare giovani maggiorenni soli, un fenomeno purtroppo che sta crescendo nei numeri in tutta Europa e che richiede misure concrete e sensibilità da parte dell’opinione pubblica e della politica”.

“Per l’associazione Agevolando e per tutti i care leaver in Italia questo provvedimento è un risultato importantissimo”, commenta Federico Zullo, presidente dell’associazione.

“Ringraziamo l’on. Rossini e l’on. Sportiello per il loro lavoro e l’impegno infaticabile. Ma soprattutto grazie a tutti i ragazzi e le ragazze care leaver che attraverso l’associazione hanno avuto il coraggio e la forza di uscire dall’invisibilità e lottare per il loro riconoscimento e i loro diritti. A loro dedichiamo questo risultato certi che il Fondo possa continuare ad aiutare i giovani ‘fuori famiglia’ a costruirsi un futuro degno e sereno. Per noi la notizia di oggi è davvero un bellissimo regalo in vista delle festività natalizie in un anno così difficile per tutti”.

Contattaci per saperne di più