Home »

 
 

Never alone

 

“Minori e giovani Stranieri Non accompagnati: Azioni di inclusione e autonomia”

  

IL PROGETTO
Il progetto “Minori e giovani Stranieri Non accompagnati: Azioni di inclusione e autonomia” è stato proposto dall’Istituto Don Calabria per il bando ‘NEVER ALONE, un domani possibile’. E’finanziato dal bando congiunto promosso da Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione con il Sud, Enel Cuore, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, nel quadro dell’iniziativa europea EPIM (European Programme for Integration and Migration) e si è avviato il 10 aprile 2017. Per 24 mesi saranno attivate azioni rivolte ai minori non accompagnati/giovani stranieri in 3 territori: Verona, Ferrara e Palermo.

COSA SI VUOLE FARE?
Potenziare e innovare le modalità di presa in carico dei minori non accompagnati/giovani stranieri orientate all’integrazione e all’autonomia per garantire il pieno rispetto dei diritti minori/giovani e l’attenzione ai loro bisogni.

COME LO SI INTENDE REALIZZARE?

  • percorsi specifici di accompagnamento e supporto verso l’autonomia dei minori/giovani;
  • permettere ai ragazzi di ottenere i documenti necessari alla regolarizzazione e all’inclusione;
  • realizzare iniziative rivolte e informare/sensibilizzare la comunità locale sul tema dell’affido familiare e incontri di formazione per le famiglie interessate a partecipare a nuove tipologie di inclusione in favore dei minori/giovani stranieri;
  • organizzare sessioni/seminari di formazione e aggiornamento rivolti a tutori in carica e aspiranti tutori volontari;
  • identificare prontamente i minori/giovani vulnerabili possibili vittime di tratta.

CON QUALI STRUMENTI PRATICI?
Per migliorare l’occupazione lavorativa saranno attivate delle borse lavoro/tirocini di formazione di almeno 4 mesi; a favore dell’inclusione abitativa sarà possibile usufruire di appartamenti per la semi-autonomia.

QUALE IL RISULTATO FINALE?

A Verona ci si propone di:

  • includere socialmente 70 minori
  • accompagnare 30 giovani verso l’autonomia
  • attivare 22 borse lavoro
  • formare 15 tutori volontari aggiornati
  • informare/sensibilizzare 500 cittadini

A Ferrara ci si propone di:

  • prendere in carico 40 ragazzi (Città del Ragazzo)
  • incontrare allo Sportello di Agevolando 40 ragazzi*
  • Attivare 12 tirocini formativi
  • Permettere a 7 ragazzi di trovare lavoro
  • Aiutare 12 ragazzi a trovare una soluzione abitativa idonea
  • 10 tutori in carica che frequenteranno un corso di aggiornamento
  • 15 aspiranti nuovi tutori

*Lo sportello “AgevoLand” è già attivo sul territorio da un anno per alleggerire il percorso verso l’autonomia dei ragazzi che vi si rivolgono. I volontari ferraresi collaboreranno con i volontari di Verona affinché anche nella città veneta possa nascere uno sportello sociale di ascolto.

IL RUOLO DELL’ASSOCIAZIONE AGEVOLANDO
Agevolando promuove azioni di supporto ai minori non accompagnati/giovani stranieri orientate all’integrazione sociale, all’autonomia lavorativa e abitativa e percorsi di sensibilizzazione della cittadinanza attraverso:
– laboratori partecipati sulla ricerca del lavoro, della casa e sulla gestione economica;
– realizzazione di eventi di sensibilizzazione della cittadinanza sul tema dei minori fuori famiglia, e in particolare minori stranieri non accompagnati con coinvolgimento diretto dei beneficiari del progetto;
– coinvolgimento dei giovani beneficiari del progetto in attività ludico e sportive già presenti sul territorio o da organizzare.
Tutte le azioni verranno realizzate con lo scopo di lavorare sulla dimensione del gruppo e della socializzazione, creare relazioni virtuose tra i ragazzi, condivisione dei bisogni, delle necessità, delle conoscenze e competenze rispetto alla quotidianità e al territorio e promozione di cittadinanza attiva, partecipazione e integrazione sociale.