Home » Blog » Le nostre richieste, gli impegni delle istituzioni e della politica. La prima conferenza del Care leavers network Italia

 
 

Le nostre richieste, gli impegni delle istituzioni e della politica. La prima conferenza del Care leavers network Italia

 

Save the day: 23 giugno 2018 AgevolanDay a Saronno

Save the day: 23 giugno 2018 AgevolanDay a Saronno

13“AgevolanDay” è la festa annuale itinerante di Agevolando. Un’occasione di divertimento e incontro per i ragazzi che vivono in comunità o in affido in...

 
Ousmane: “Vi ringrazio perchè non do nulla per scontato”

Ousmane: “Vi ringrazio perchè non do nulla per scontato”

Nella foto Ousmane e i ragazzi e i volontari di Agevolando Ravenna nell’appartamento di Lido Adriano “Il mio viaggio è lungo e tragico, non lo dimenticherò...

 
Nancy e la sua storia di affido: “Sono quello che sono anche grazie alle persone che mi hanno cresciuto”

Nancy e la sua storia di affido: “Sono quello che sono anche grazie alle persone che mi hanno cresciuto”

Nella foto di Monica Romei: Akena, Nancy e Almas “Sono stata in affido dai quattro anni e fino alla maggiore età. Il mio percorso di affido è stato caratterizzato...

 
La relazione annuale dell’Autorità Garante Infanzia e Adolescenza

La relazione annuale dell’Autorità Garante Infanzia e Adolescenza

Oggi, mercoledì 13 giugno 2018, si è svolta a Roma presso il Senato della Repubblica la presentazione della relazione annuale al Parlamento dell’Autorità...

 
 

Lo scorso 17 luglio a Roma 10 portavoce del “Care leavers network” Italia hanno presentato 10 precise richieste ad altrettanti interlocutori istituzionali: garanti, giudici e tutori, assistenti sociali, educatori, responsabili politiche per l’immigrazione, responsabili politiche per l’istruzione e la formazione, responsabili politiche per il lavoro, responsabili politiche sociali, giornalisti, care leavers.

Dopo il loro intervento i politici e i rappresentanti istituzionali presenti alla conferenza si sono assunti alcuni impegni. Luigi Bobba, sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha proposto un prolungamento dell’accoglienza fino ai 21 anni, prevedendo particolari modalità per questa fase di transizione che permettano ai ragazzi di sperimentare la loro autonomia in maniera protetta.

Cesare Damiano, presidente della Commissione lavoro alla Camera, ha proposto di inserire un provvedimento dedicato ai care leavers nella prossima legge di bilancio riprendendo quanto si era già cercato di fare nel jobs act. Elena Ferrara, della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza, ha promesso che i contenuti del documento dei ragazzi saranno portati in Commissione affinché possano divenire disegni di legge o mozioni, sottolineando quanto casa e lavoro siano importanti ma che occorre anche offrire ai ragazzi opportunità artistiche e culturali.

Forte l’impegno anche del presidente dell’Ordine degli assistenti sociali, Gianmario Gazzi, che ha proposto ad Agevolando di svolgere progetti congiunti per la formazione permanente degli assistenti sociali e che chiederà ai care leavers di valutare le linee guida a cui l’Ordine sta lavorando e il nuovo codice deontologico.

Queste sono solo alcune delle proposte sul tavolo. Noi ci siamo presi l’impegno di ricontattare tutti i nostri interlocutori perché i loro impegni abbiano continuità e perché vogliamo che l’evento di Roma sia solo l’inizio di un reale miglioramento e cambiamento.

 

2 Commenti

  1. donatella miotto ha detto:

    Buongiorno, sono un’assistente sociale che opera nel campo della promozione e del monitoraggio degli affidi familiari.
    Ho letto le vostre 10 richieste (molte di più in realtà!) ai diversi interlocutori. Grazie per far sentire la voce dei ragazzi e delle ragazze: è una funzione importantissima. Ho notato che tra gli interlocutori mancano le famiglie affidatarie. Forse le ritenete comprese tra gli “educatori” ma come sapete bene non è la stessa cosa. Per gli affidatari per es. non si può certo parlare di lavoro. Si potrà integrare prossimamente il documento? sarebbe molto interessante anche per il nostro lavoro.
    Donatella Miotto

    • Silvia Sanchini ha detto:

      Gentilissima dr.ssa, siamo davvero felici che abbia letto e apprezzato il nostro messaggio! Effettivamente nel documento finale non abbiamo parlato ai genitori affidatari, ma abbiamo fatto diverse riflessioni anche su questo, soprattutto nel lavoro dei territori. In particolare le segnaliamo il documento dei ragazzi della Campania che hanno dedicato una riflessione proprio all’affido: http://www.agevolando.org/wp-content/uploads/2017/01/Relazione-CLN-Campania.pdf.
      Continueremo ad approfondire questo argomento e integreremo sicuramente il nostro lavoro! Grazie davvero per le sue suggestioni, speriamo di incontrarci presto.

Rispondi a Silvia Sanchini


 

Agevolando su Facebook