BlogParmaStorie resilienti

Il viaggio di Jerreh, dal Gambia all’Italia per una vita migliore

JerrehUno zaino sulle spalle. Qualche risparmio nascosto nelle mutande. Pane secco, zucchero e burro di arachidi. Jerreh ha 16 anni quando lascia la sua famiglia, in Gambia, in cerca di una vita migliore.

Un viaggio difficile e pericoloso: la paura, la fame, la solitudine, un deserto da attraversare. Il passaggio in Libia, la traversata del Mediterraneo per raggiungere la Sicilia, e poi l’arrivo a Parma e l’ingresso in una comunità di accoglienza: “Lo Stralisco”. Qui Jerreh inizia il suo percorso di integrazione e getta le basi per realizzare il suo sogno: imparare a leggere e a scrivere, apprendere l’italiano, conoscere altri ragazzi, trovare un lavoro.

A Parma incontra anche l’associazione Agevolando e un gruppo di volontari che lo sostengono e lo accompagnano, anche quando diventa maggiorenne.

Con uno di loro, Roberto, Jerreh racconta la storia del suo viaggio in un piccolo libro: “Storia di un lungo viaggio”, a cui fa seguito poi un secondo volumetto: “Un anno in Italia”*.

Jerreh continua a raccontare la sua storia nelle scuole, ai bambini e agli adolescenti, alla radio o in tv, ovunque lo invitino perché – dice – “conoscere è il miglior vaccino al razzismo”.

*per richiedere i due libretti potete inviare un’email a: parma@agevolando.org 

***

La Regione Emilia-Romagna (che ringraziamo molto) ha scelto la storia di Jerreh e ha deciso di raccontarla in un video come contributo nell’ambito della “Giornata Mondiale contro il Razzismo” (21 Marzo) e della settimana di azione promossa dall’Unar (Ufficio nazionale anti-discriminazioni razziali – Dipartimento Pari Opportunità del Consiglio dei Ministri) – “Accendi la mente, spegni i pregiudizi” – in programma dal 14 al 21 marzo.

Nel video oltre alla storia di Jerreh è presente anche un contributo della Vicepresidente e Assessore al Welfare della Regione Emilia-Romagna, Elisabetta Gualmini e di due collaboratrici dell’Associazione Agevolando: Denise Pergher (Consigliera Nazionale) e Silvia Sanchini (Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione).

Agevolando crede molto nel valore della narrazione, nell’importanza di raccontare e raccontarsi per aiutare gli altri, e un po’anche se stessi. Per questo ringraziamo Jerreh e insieme a lui Bouly, per questo contributo.

Jerreh è generoso, coraggioso e determinato. Siamo sicuri che per lui, questo, sarà solo l’inizio!

4 pensieri su “Il viaggio di Jerreh, dal Gambia all’Italia per una vita migliore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *