BlogBolognaEventi

I RAGAZZI “FUORI FAMIGLIA” HANNO PRESENTATO LE LORO RIFLESSIONI SU ASCOLTO, PREGIUDIZI, RAZZISMO E AUTONOMIA.

DSCN0741Si è svolta Venerdì 18 Dicembre presso l’Aula Magna della Regione Emilia-Romagna la II Conferenza Regionale del Care Leavers Network dell’Emilia-Romagna promossa dall’Associazione Agevolando. Titolo dell’evento: “L’importante è partecipare!”.

Nell’ambito della conferenza i giovani care-leavers dell’Emilia-Romagna hanno presentato le loro attività e le loro riflessioni contenute nel documento: “Essere cittadini attivi tra ascolto e pregiudizi”.

I ragazzi hanno preso la parola pubblicamente davanti ai presenti per esprimere le loro opinioni: “Siamo un gruppo di ragazzi che vivono o hanno vissuto in comunità, in affido o in casa-famiglia. Compiere 18 anni è per noi un traguardo molto importante, cambiano tante cose per i ragazzi nella nostra situazione. Chiediamo maggiore ascolto, fiducia, sostegno”.

E ancora:Il vivere in comunità o il provenire da paesi stranieri ci porta facilmente ad essere vittime di pregiudizi e razzismo perché le persone spesso non conoscono né le comunità né cosa significhi allontanarsi dal proprio paese.

Spesso le esperienze di affido o l’accoglienza in comunità sono viste, e a volte anche vissute, come situazioni di disagio. A noi piacerebbe che ciascuno potesse desiderare di conoscere prima di giudicare. Scoprendo chi sono gli altri possiamo imparare a considerare la diversità una ricchezza e magari scoprire anche che ciascuno ha dentro di sé un mondo”.

Forte presa di posizione anche da parte dei ragazzi di origine straniera presenti in sala, anche in riferimento ai recenti drammatici attentati di Parigi: “Noi non ci stiamo a cedere al razzismo e alla violenza. Crediamo occorra rispondere con la forza dell’incontro, cioè essere consapevoli che ogni persona ha un valore, al di là del colore della pelle o della religione”.

DSCN0618Alla Conferenza sono intervenuti, tra gli altri, Elisabetta Gualmini (Vicepresidente e Assessore al Welfare della Regione Emilia-Romagna) che ha affermato: “Voi rappresentate il mondo che cambia, anche le istituzioni e la politica devono affrontare e cavalcare il cambiamento. Fate anche delle vostre storie difficili una ricchezza! È importante che la vostra voce sia ascoltata, ci impegniamo ad avervi sempre in mente”.

In video conferenza l’on. Vanna Iori e il Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Sono state inoltre presentate altre esperienze di partecipazione promosse a livello internazionale e nazionale, tra cui “Coinvolti di Diritto” progetto europeo promosso nella Regione Veneto presentato da Matteo Salvatore e il progetto “In.Fo. – Insieme Formando. Training professional working with children in care” promosso da Sos Villaggi dei Bambini – Italia e presentato da Fabio Caillaud.

Al termine della conferenza è stata inoltre ufficialmente annunciata dal presidente di Agevolando Federico Zullo il progetto di dare vita a un network nazionale di Care Leavers coinvolgendo a partire dalla Regione Emilia-Romagna altri giovani in tutto il territorio italiano. Il progetto ha ricevuto il patrocinio e sarà realizzato grazie ad una collaborazione con l’Autorità Nazionale Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Sarà il primo network di questo tipo in Italia e verrà ufficialmente presentato, dopo una serie di conferenze regionali, in una conferenza pubblica a Luglio del 2017 a Roma.

Documento2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *