Home »

 
 

Gi.A. Cittadini in Romagna

 

Progetto concluso

Il progetto Gi.A. Cittadini in Romagna (Giovani Attivi Cittadini in Romagna) si proponeva stimolare la partecipazione diretta dei giovani in uscita dall’accoglienza residenziale nelle città di Cesena, Rimini, Forlì e Ravenna (15-21 anni) nella ricerca del lavoro e nella padronanza del territorio attraverso un action learning process (informarsi, agire, interrogarsi). Scopo del progetto è stato la realizzazione di una “guida” sui servizi per il lavoro, la formazione, la salute, la legalità ed il tempo libero della Romagna, in particolare delle province di Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena, indirizzata a giovani in uscita dalle comunità o dall’affido familiare. I beneficiari diretti del progetto sono stati 18 giovani, mentre i destinatari indiretti circa 60-80 ragazzi, che hanno partecipato all’evento conclusivo e della totalità dei ragazzi in uscita dalle comunità educative (circa 50 l’anno) con la distribuzione della guida.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
Il progetto ha visto la creazione di 4 gruppi (uno per città) guidati da uno o due educatori, con l’ausilio di un coordinatore di progetto generale, tre consulenti (il primo di tecniche partecipative, il secondo di fotografia, il terzo web designer e grafico) più alcuni volontari dell’associazione Agevolando (loro stessi ex-ospiti di contesti residenziali “fuori famiglia”), che hanno offerto un’attività di formazione iniziale ad educatori e ragazzi, più alcuni successivi momenti di monitoraggio/follow-up delle attività di ricerca delle informazioni.
Dopo una fase di formazione iniziale i ragazzi, accompagnati dagli educatori e supervisionati dai volontari e dalla coordinatrice di progetto si sono recati sul campo sia per raccogliere informazioni sui servizi offerti dalle rispettive città, sia per documentare l’attività di ricerca ed il funzionamento degli stessi servizi con l’utilizzo delle fotografie. L’attività sul campo si è svolta in 4 mesi.
I contributi delle diverse rappresentanze delle realtà cittadine sono poi stati raccolti nella bozza della Guida ai Servizi della Romagna per i Neomaggiorenni.
Il Workshop finale con tutti i ragazzi e gli educatori/volontari ha avuto per tema l’analisi dei dati raccolti soprattutto in relazione alla definizione grafica di alcuni elementi della Guida. La discussione ha riguardato per lo più i temi della partecipazione, della cittadinanza attiva, della condivisione/aggregazione permessa dal progetto e di come renderne possibile una prosecuzione.

L’ evento conclusivo di restituzione si è tenuto mercoledì 9 aprile 2014 all’ Almagià di Ravenna ed ha visto il convolgimento diretto degli enti partner, e la partecipazione di ospiti o ex-ospiti di comunità residenziali o di famiglie affidatarie della Romagna. Oltre a descrivere e a raccontare l’esperienza della costruzione della guida, l’obiettivo è statro quello di definire ulteriori scenari di collaborazione, condivisione e relazione tra giovani “fuori famiglia” del territorio romagnolo. Ad ogni partecipante ospite ed ex ospite presente è stata consegnata la “Guida ai servizi della Romagna”.

Principali Enti partner: Fondazione San Giuseppe e Cooperativa Millepiedi di Rimini, Cooperativa Arké di Cesena e Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Cesena, Cooperativa Paolo Babini di Forlì, Cooperativa Il Cerchio di Ravenna, Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo di Ravenna, Comune di Ravenna, Asp Ravenna, Russi e Cervia.

 

Nessun commento

Lascia tu il primo commento!

Lascia un commento