BlogEventi

E tu che cactus sei? Scoprilo con il nostro test e prenota la tua pianta

I cactus sono piante molto resistenti, che sanno adattarsi a vivere anche in zone impervie e difficili. Per questo sono simbolo di perseveranza ed è di buon auspicio regalarli a una persona a cui vogliamo bene per dirle che il nostro affetto durerà nel tempo.

Esistono diversi tipi di cactus.

Gioca con noi, fai il nostro test e scopri: Che cactus sei?

Poi sabato 19 maggio vieni a trovarci in una delle piazze dove saremo presenti in occasione del “Care leavers day” e porta a casa la pianta che ti rappresenta o che desideri regalare a qualcuno a cui vorrai bene per sempre.

Fai il test e segna se hai risposto più volte A, B o C

Quando ho del tempo libero mi piace:
A- Stare in casa a leggere un buon libro
B- Trascorrere il tempo libero all’aria aperta
C- Perdermi nei miei pensieri e nei miei sogni

Se un amico è in difficoltà:
A- A volte ho paura di chiedergli cosa succede perché temo di disturbarlo
B- Faccio il possibile per capire come aiutarlo a stare meglio
C-Mi sento molto vicino/a a lui e so cosa si prova quando le cose vanno male

La mia vacanza ideale è:
A-Un viaggio in solitaria o con la persona che amo
B-Una vacanza al mare, dove fare nuove amicizie
C-Un viaggio in una città d’arte, per scoprire la storia e la bellezza di quel luogo

Davanti a una difficoltà:
A-A volte tendo ad arrendermi
B-Cerco di guardare al lato positivo della situazione e andare avanti
C-Mi faccio tante domande e lotto ogni giorno con forza per trovare una soluzione

A una festa dove non conosco nessuno:
A-Sono completamente bloccato/a
B-Mi faccio coraggio e vado a presentarmi a qualcuno che mi ispira fiducia
C-Studio la situazione per capire come inserirmi

Mi piacerebbe fare volontariato:
A-Aiutando persone anziane che passano le loro giornate da sole in casa
B-In un doposcuola per bambini
C-Ascoltando i problemi delle persone che vivono un momento di difficoltà

Risultati

MAGGIORANZA DI RISPOSTE A

CACTUS “CUSCINO”: Il cactus a palla o, come molti lo chiamano “cuscino della suocera”, è un cactus rotondo. Sembra quasi un porcospino. E’una pianta facile da coltivare, ma impiega anni per crescere, ha uno sviluppo molto lento. Anche tu sei un po’così: ci vuole del tempo prima che tu possa fidarti. All’inizio puoi alzare gli aculei, e le tue spine possono essere anche molto appuntite. Ma quando impari a fidarti e a voler bene, dai tutto/a te stessa. E così come il cactus cuscino puoi fiorire e liberare tutta la tua bellezza e sensibilità.
Compra il cactus cuscino nel nostro shop online o vieni a sceglierlo in una delle piazze del “Care leavers day” sabato 19 maggio.

 

MAGGIORANZA DI RISPOSTE B

CACTUS “PELOSO”: Il cactus peloso è anche detto cactus con i capelli perché ricoperto da lunghi peli bianchi. E’un cactus molto bello e decorativo. Anche tu ami fare la tua parte per rendere più belle le giornate delle persone di cui ti circondi e per migliorare il posto in cui vivi. Il cactus peloso ama il sole e il caldo (secco), ma senza esagerare. Come te: sei una persona molto allegra e solare, ma ogni tanto non rinunci a prenderti i tuoi spazi e le tue giornate di ombra e riposo.
Compra il cactus peloso nel nostro shop online o vieni a sceglierlo in una delle piazze del “Care leavers day” sabato 19 maggio.

 

MAGGIORANZA DI RISPOSTE C

 

CACTUS “A BRACCIA”: I cactus hanno spesso molte braccia. Qualcuno sostiene che è il loro modo di cercare di mantenere costantemente un equilibrio. Come i cactus anche tu sei alla continua ricerca di equilibrio e stabilità, del modo migliore per stare in piedi. Questa tua costante ricerca ti rende una persona determinata, paziente, sempre disponibile a mettersi in gioco. La tua dedizione e la tua voglia di farcela ti porteranno molto lontano: ad abbracciare il mondo.
Compra il cactus a braccia nel nostro shop online o vieni a sceglierlo in una delle piazze del “Care leavers day” sabato 19 maggio.

Un pensiero su “E tu che cactus sei? Scoprilo con il nostro test e prenota la tua pianta

  1. Buongiorno.
    Sono una mamma affidataria che ha in famiglia una ragazza ventiquattrenne ,entrata nel nostro nucleo familiare 16 anni fa
    La ragazza è tuttora con noi, perché la famiglua naturale non è in grado di accoglierla e i Servizi Sociali non si sono occupati della sua autonomia…
    Mi piacerebbe condividere con qualcuno la mia esperienza, magari potrei ricevere consigli e indicazioni.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *